Home
 
PREMIO BAI
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 495 utenti

INTERVISTA AL MAGO JORDAN

Con quest’articolo iniziamo una serie d'interviste ai soci del Clam e ai membri del Consiglio della nostra associazione, affinché ci si possa conoscere meglio.
Il primo a essere intervistato è il mago Jordan.
Giordano Riccò in arte Mago Jordan, sebbene ancora giovane, è tra i membri più anziani del Clam, egli ha avuto la fortuna di conoscere i fondatori del Club Arte magica, tra essi il primo Presidente Pierino Pozzi in arte Karton.
Aveva appena 12 anni quando Jordan faceva magia e vinceva concorsi. Il suo curriculum è tra i più nutriti e variegati, sia nella magia da scena sia in closeup. Ha studiato anche presso la prestigiosa accademia magica olandese di Henk Vermeyden, la fucina di tutti i prestigiatori primi classificati ai fism degli anni '60 e '70.
Oggi Jordan è tuttora in piena attività ed è anche consigliere del Clam con l'incarico di responsabile delle attività di spettacolo del Club, rivolgiamo a lui alcune domande proprio in merito all'attività svolta per il Clam.

INTERVISTA:
D. - Molti soci aspettavano l'evento "premio Bai" anche quest'anno, come mai avete deciso di non farlo?


R. - L'organizzazione di un evento del genere è molto dispendiosa, comporta una lunga preparazione che va dalla scelta del cast a tutta la parte organizzativa. Farlo ogni due anni mi alleggerisce un po', dato che sono molte le attività di cui mi occupo per il nostro club.
Trovare numeri da scena per il concorso diventa sempre più difficile, il close-up sta prendendo il sopravvento. Un po' per la minor difficolta nell'allestire la propria esibizione, un po' per il minor bisogno di attrezzature.
Inoltre il panorama magico nazionale propone molti altri congressi, il congresso del CMI Abano Terme, Il Festival di Saint Vincent, Il Trofeo Sitta a Bologna, Il Festival si San Marino, il Trofeo Arsenio a Roma tanto per citare i più importanti. E portare gente ai congressi diventa sempre più difficile. I prestigiatori hanno la possibilità di vedere i numeri più belli su youtube, possono acquistare on line, non hanno spese di viaggio ed hotel, non devono pagare iscrizioni.
Per questo mi è sembrato più giusto fare il nostro Premio Bai ogni due anni.

D.- Tra il 2016 e il 2017 prevedi la programmazione di molti eventi? Ci saranno delle sorprese?

R. - Sicuramente avremo delle bellissime conferenze. Dalla riapertura estiva abbiamo già avuto due conferenzieri di notevole livello. Nei prossimi mesi ne avremo altrettante.

D. - Quali criteri usi per selezionare le conferenze del Clam, in particolare, privilegi closeup o scena?

R. - Cerco di variare il più possibile. Rifiuto anche delle conferenze perché diventerei monotematico. Oggi tutti mi propongono conferenze di mentalismo. Ma non posso proporre tutti i mesi lo stesso tema. Cerco di spaziare dalla scena al parlour, dalla cartomagia al close-up. Ma anche su temi come la storia della magia, o arti annesse la magia.

D. - Quali congressi magici suggeriresti agli appassionati (quelli da non perdere)?

R. - Al primo posto metto sicuramente il Congresso Mondiale della FISM. Un avvenimento unico per importanza e per la quantità e qualità di personaggi del mondo magico che vi partecipano. Inoltre ci sono i concorsi per l'assegnazione dei vari premi di categoria e dei Grand Prix a cui partecipano numeri veramente fuori dalla media.
A parte il fatto che a me i congressi piacciono tutti, ognuno per le sue peculiarità, un altro congresso che consiglio è quello di Saint Vincent. Ottimo il livello degli artisti, ma soprattutto è l'atmosfera che quella location da che lo fa diventare un bel congresso. Anche il congresso annuale di Abano Terme è gradevole.
Ma per chi è alla ricerca di acquisti consiglio vivamente il congresso di Blackpool, che con le sue oltre trecento case magiche da la possibilità di trovare di tutto. Il fascino inoltre del teatro del Winter Garden merita attenzione.

Ringraziamo Jordan per la sua disponibilità e ci diamo appuntamento alla prossima intervista.



Autore: Club Arte Magica
30/10/2016

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia