Home
 
PREMIO BAI
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 682 utenti

MENTALISMO: 5 TRUCCHI PER LEGGERE LA MENTE

Visto che il mentalismo sta interessando uno vero e proprio stuolo di neo maghi, ecco alcuni suggerimenti parzialmente tratti da un articolo trovato nel web a questo indirizzo:http://www.ipermind.com/mentalismo/

Il mentalismo è un insieme di abilità che se padroneggiate possono dare l’impressione di possedere delle capacità apparentemente sovrannaturali come telepatia, chiaroveggenza, lettura della mente, precognizione, psicocinesi, ipnosi e persuasione. Il mentalismo utilizza molte tecniche legate all‘illusionismo e ai trucchi di magia che sono state in tempi recenti affiancate e affinate da tecniche di Pnl e linguaggio ipnotico.
Lasciando perdere i trucchi veri e propri, parliamo del mentalismo “psicologico”.

Ecco una serie di tecniche utilizzate dai mentalisti piĂš famosi al mondo per leggere la mente.

1. Calibrazione e Cold Reading.
Una delle abilità chiave che deve possedere un mentalista è il cold reading.
Il cold reading (o lettura a freddo) è una tecnica di lettura della mente che serve per carpire maggiori informazioni possibili su una persona che non conosci. Questo processo inizia con un’attenta osservazione della persona che hai di fronte al fine di costruirsi un profilo iniziale.
Un bravo cold reader può accedere velocemente a molte informazioni sul soggetto semplicemente analizzando il suo linguaggio del corpo, il suo abbigliamento, identificando la sua età, livello di educazione, ecc.
Per essere un buon osservatore e affinare le tue abilitĂ  di cold reading devi essere in grado di leggere i sottili segnali della comunicazione non verbale e della comunicazione paraverbale.

2. Warm Reading e Barnum Statement.
Questa tecnica si chiama “warm reading”. In questa fase vengono fatte delle affermazioni generiche che sono solitamente collegate ad alcuni tratti psicologi del soggetto e che potrebbero essere vere per molte persone, qualcosa di simile all’oroscopo.
E’ importante ricordare che le persone hanno degli argomenti di interesse comune che ricadono in 3 categorie generali: relazioni sentimentali, soldi e salute. Il mentalista deve essere abile a individuare se il soggetto ha delle preoccupazioni in una di queste 3 aree per poi restringere il campo e capire la natura delle preoccupazioni.
Basandosi sulle reazioni emotive del soggetto alle affermazioni, il mentalista potrĂ  abbandonare velocemente quelle che non risuonano con il soggetto e approfondire quelle che destano interesse in lui.
Queste affermazioni generiche prendono il nome di Barnum Statement, come per esempio: “a volte ti senti insicuro, in particolar modo quando non conosci molto bene le persone”; oppure “in passato hai avuto dei problemi con un amico o un parente”.
Questa tecnica funziona grazie al famoso Effetto Forer.

Effetto Forer e profili astrologici
L’effetto Forer (o effetto Barnum) è un fenomeno che mostra come le persone s’identifichino con informazioni sul loro profilo psicologico, senza accorgerci che si tratta d’informazioni vaghe e generiche che potrebbero essere attribuite a diverse persone.
Nel 1948, lo psicologo Bertram R. Forer sottopose i suoi allievi a un test di personalità da lui redatto. Al termine fornì a ciascuno di loro un’analisi della personalità quale risultato del test effettuato.
In seguito egli chiese agli studenti quanto questo risultato si adattasse a loro stessi in una scala da 0 (molto scarso) a 5 (eccellente). La media fu di 4,26. Solo al termine Forer rivelò agli studenti che era stato consegnato a tutti lo stesso profilo psicologico che cosÏ recitava
«Hai bisogno che gli altri ti apprezzino e ti stimino eppure hai una tendenza ad essere critico nei confronti di te stesso. Pur avendo alcune debolezze nel carattere, sei generalmente in grado di porvi rimedio. Hai molte capacità inutilizzate che non hai volto a tuo vantaggio. Disciplinato e controllato all’esterno, tendi ad essere preoccupato ed insicuro dentro di te. A volte dubiti seriamente di aver preso la giusta decisione o di aver fatto la cosa giusta.
Preferisci una certa dose di cambiamento e varietà e ti senti insoddisfatto se obbligato a restrizioni e limitazioni. Ti vanti di essere indipendente nelle tue idee e di non accettare le opinioni degli altri senza una prova che ti soddisfi. Ma hai scoperto che è imprudente essere troppo sinceri nel rivelarsi agli altri. A volte sei estroverso, affabile, socievole, mentre altre volte sei introverso, diffidente e riservato. Alcune delle tue aspirazioni tendono ad essere irrealistiche. 
Può essere interessante sapere che le frasi utilizzate per questo profilo “universale” furono ispirate da quelle utilizzate in una rivista di astrologia.

3. Lo Stratagemma dell’Arcobaleno.
Il “rainbow ruse” è una tecnica simile a quella dei Barnum Statement. Consiste nel fare un’affermazione generica che descrive allo stesso tempo due persone completamente diverse.
Si parte dicendo qualcosa di molto generale su un tratto di personalità (un lato dell’arcobaleno), poi si continua dicendo la cosa opposta (l’altro lato dell’arcobaleno). Una delle due parti dell’arcobaleno si applicherà meglio a te. Stranamente le persone tendono a scartare la parte che non si applica a loro e a focalizzarsi sull’altra. I mentalisti sono ben consapevoli di questa tendenza della mente umana e la sfruttano a loro vantaggio.
Alcuni esempi di rainbow ruse:
“solitamente sei una persona calma e positiva, ma ci sono stati momenti in passato in cui sei stato molto turbato”
“la maggior parte delle volte sei timido e tranquillo ma quando sei di buon umore puoi diventare l’anima della festa”

4. Spara nel mucchio con lo Shotgunning Smile
cacciatoreLa tecnica dello Shotgunning è così chiamata poiché in modo simile ad un fucile da caccia (shotgun) spara un grappolo di pallini con la speranza che qualcuno di questi vada a segno. Essa consiste nel pronunciare un certo quantitativo di plausibili informazioni generiche nella speranza che qualcuna di esse coincida con qualche esperienza della vita dell’interlocutore.
Calibrando le reazioni che la persona ha nei confronti di ciò che il mentalista sta dicendo, egli potrà notare quali delle affermazioni siano corrette in modo da potersi poi focalizzare su queste.
Ecco alcuni esempi di affermazioni generiche utilizzate per lo Shotgunning:
Percepisco una figura maschile nella tua vita con la quale, nonostante ci sia stato qualche conflitto in passato, c’è un legame affettivo.
Percepisco un problema di salute in una figura paterna nella tua famiglia, forse tuo padre, tuo nonno, un cugino, uno zio…
Per via del fenomeno psicologico chiamato “selective reporting”, le affermazioni sbagliate tendono ad essere ignorate a favore di quelle corrette che provocano un maggiore impatto emotivo.
Inoltre per evitare imbarazzanti fallimenti in genere sono scelte affermazioni che non sono troppo improbabili ma che possono essere vere per molte persone. Ad esempio un aspirante mentalista dovrebbe evitare affermazioni come la seguente:
“Tre anni fa ti sei presentato a un colloquio di lavoro in banca vestito da mago Zurlì e contrariamente a tutte le aspettative sei stato assunto.”
A meno di non trovarsi di fronte al vero mago ZurlĂŹSmile

5. I Trucchi di Derren Brown.
Derren Brown è un celebre illusionista e mentalista inglese. Diventato famoso dal 2000 con una serie televisiva chiamata Mind Control può forse essere considerato “il padre del mentalismo moderno”.
Le tecniche mostrate in “Mind Control” e “Trick of the Mind” provengono in larga parte da trucchi di magia tradizionale, Pnl e ipnosi. Derren ha fuso insieme queste tecniche ed è diventato un eccellente lettore della mente. Ecco a tal proposito un trucco da lui utilizzato.
Divining Memory
Questa tecnica solitamente consiste nel chiedere alla persona di pensare a 3 diversi ricordi:
ricordo di un vecchio amico
ricordo di un brano musicale
un ricordo doloroso, come per esempio quando ti sei rotto qualcosa
Quando Derren chiede di rispondere a queste domande osserva un parametro ben conosciuto dai piennellisti, quello degli accessi oculari. Se hai letto l’articolo sul linguaggio del corpo sai di cosa parlo.
vecchio amico – visivo ricordato
brano musicale – auditivo ricordato
ricordo doloroso – cinestesico
Derren è perciò in grado di dire con buona probabilità a cosa stanno pensando le persone osservando prevalentemente i loro movimenti oculari.
cold_reading
Per concludere.
Mentalismo non significa solamente intrattenere le persone sorprendendole con capacitĂ  quasi magiche.
Se utilizzate in modo etico e appropriato, alcune tecniche elencate in quest’articolo offrono la possibilità di cogliere aspetti della vita delle altre persone che in genere sono ignorati, di conoscerle in modo profondo, ascoltandole e dandogli un tipo d’attenzione che generalmente non ricevono.
E inoltre vi accorgerete se queste tecniche saranno utilizzate in modo manipolatorio su di te.

- See more at: http://www.ipermind.com/mentalismo/#sthash.NVvZ5aCe.dpuf



Autore: Club Arte Magica
14/09/2014

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia