Home
 
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 162 utenti

LA MAGIA DELLA MATEMATICA

Avete mai pensato quanti effetti praticati da noi maghi usano principi matematici?
Alcuni rapporti matematici hanno davvero qualcosa di magico: Il rapporto aureo, la Sezione Aurea, il numero d'Oro, la "proporzione divina", un rapporto che ci dimostra le forti relazioni tra "Armonia", "Bellezza" e "Matematica".

L'astronomo, matematico e musicista tedesco Johannes Kepler meglio conosciuto da noi come Keplero, affermava: "La Geometria ha due grandi tesori: uno è il teorema di Pitagora; l' altro è la Sezione Aurea di un segmento. Il primo lo possiamo paragonare ad un oggetto d' oro; il secondo lo possiamo definire un prezioso gioiello".

Vi ricordate la "successione di Fibonacci": una sequenza di cifre nascosta in molti fenomeni naturali che da oltre ottocento anni affascina i matematici, e che si dice possa predire l'andamento dei mercati finanziari. È l'eredità di un grande italiano, Leonardo da Pisa (detto appunto Fibonacci), genio intraprendente che nel 1202 rivelò all'Europa il sistema numerico-decimale appreso dagli indiani e dai commercianti arabi che percorrevano la Via della Seta e trafficavano sulle coste del Mediterraneo.
Nel 1223 a Pisa, l'imperatore Federico II di Svevia, indisse un singolare torneo tra abachisti e algoritmisti, armati soltanto di carta, penna e pallottoliere.
Il test era il seguente: "Quante coppie di conigli si ottengono in un anno (salvo i casi di morte) supponendo che ogni coppia dia alla luce un'altra coppia ogni mese e che le coppie più giovani siano in grado di riprodursi già al secondo mese di vita?".
Un pisano, Leonardo, detto Bigollo, conosciuto anche col nome paterno di "fillio Bonacci" o Fibonacci, vinse la gara. Leonardo diede al test una risposta così rapida da far persino sospettare che il torneo fosse truccato.

Molti libri descrivono e spiegano effetti gli effetti magici che la matematica può realizzare, per esempio, sapevate che con il semplice complemento a 100 si può eseguire un numero di mentalismo impromptu?
Non ci credete? Eccone una prova online nel sito di Magiclandia: http://www.magiclandia.net/ospiti/NellaMente1.asp

Insomma, se a scuola non brillavate in matematica, e se adesso amate la magia, potete far pace con numeri e teoremi praticando della "matemagica" e finirete anche voi ad apprezzare questa scienza.



Autore: Club Arte Magica
06/02/2014

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia