Home
 
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 70 utenti

ALLE VOLTE BASTA UN PETO FATTO AD ARTE!

Oggi si tende a definire "arte" l'eccellenza nel fare qualche cosa di speciale in qualsiasi attività, molte attività artigianali sono ascese a vere e proprie "arti", ma trasformare in arte un atteggiamento vergognoso, che normalmente nascondiamo anche alle persone più care, è davvero un'impresa quasi impossibile. Eppure, agli inizi del Novecento, in piena Belle Epoque, un certo Joseph Pujol riusci nell'improbabile impresa di trasformare un imbarazzante bisogno fisiologico in vera e propria arte!

Pujol riuscì a trasformare il suo sfintere in un vero strumento musicale, fino al punto che l'aria che fuoriusciva dal suo retto era in grado di suonare qualsiasi melodia, imitare qualunque rumore e riprodurre marce, ballate e ogni tipo di musica. Scoreggiare divenne per lui l'esercizio di una vera e propria arte!

Pujol cambiò il suo nome in Joseph Edison, ma era conosciuto come il "petomane". Il suo personaggio è stato anche protagonista in un famoso film interpretato da Ugo Tognazzi.
Pujol ebbe una vita molto movimentata con alti e bassi, la sua "arte", dopo aver incontrato curiosità e consensi, fu fortemente criticata dai ben pensanti dell'epoca fino a far aprire a Parigi un processo nei suoi confronti per oltraggio al comune senso del pudore, il suo caso arrivò addirittura in Parlamento, dove i deputati di sinistra protestano per il trattamento subito dal petomane e chiesero le dimissioni del Ministro dell'Interno.

Superate queste difficoltà Pujol ritornò in auge e fu invitato ad esibirsi addirittura all'Eliseo. Fu esilarante la riproduzione a suon di peti degli inni nazionali di Francia, Germania e Gran Bretagna "interpretati" dall'ineffabile artista per l'alternanza di divertimento (quando ad essere "suonato" era l'inno altrui) e indignazione (quando toccava al proprio) degli ambasciatori e rappresentanti politici presenti.
Purtroppo, sulle sue "note", scoppiò poco tempo dopo la Grande Guerra, e i suoi nemici più invidiosi insinuarono che ad avervi non poca parte siano state proprio le sue esibizioni di fronte ai diversi statisti.

In ogni caso il suo nome resta tutt'oggi nell'albo dei grandi artisti del passato.



Se volete sentire un suo concerto...



Autore: Club Arte Magica
11/04/2013

Condividi su Facebook  

 

Commenti a questo articolo


Data: 11/04/2013
Autore: 499_piet
Commento:
Se la tira che l’aria chi ... doman : el piovf mer...a !!!
( Antico Proverbio Milanese )
Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia