Home
 
PREMIO BAI
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 95 utenti

LA MAGIA IN ITALIA

La magia in Italia sta vivendo un momento particolarmente felice, è di questi giorni la notizia che i campionati mondiali di magia, il mitico “FISM” si terrà in Italia a Rimini.
Questo evento corona una serie di indovinate iniziative nate in questi ultimi anni e che hanno visto la magia quale protagonista. Se un tempo era il CMI e alcuni circoli torinesi a produrre gli spettacoli più prestigiosi, in questi ultimi anni abbiamo visto “rinascere” un evento che negli anni ’80 era tra i più prestigiosi in Italia: il Congresso di Saint Vincent, Dobbiamo questo allo spirito d’iniziativa di Walter Rolfo che attraverso il marchio “Master of Magic” ha fatto davvero tanto per ridare alla magia italiana il ruolo che le compete. Ma Walter non è l’unico, Remo Pannain ha prodotto “Supermagic”, un vero e proprio festival della migliore magia, che ha riscosso notevole successo.
Un plauso a questi personaggi e a tutti coloro che hanno collaborato al raggiungimento di questi risultati, rimane però un’ombra nella magia di casa nostra, da anni nessun italiano è riuscito a vincere un primo premio FISM. Dopo la vittoria di Denis Moroso, che nel 1952 si aggiudicò il “gran prix”, segue solo quella di Aurelio Paviato nel 1982 a Losanna che vinse ex aequo con Michael Ammar il primo premio in closeup. Dobbiamo arrivare alla penultima edizione del fism del 2009 per vedere un secondo premio guadagnato da Vittorio Belloni. In quest’ultima edizione l’Italia figura unicamente per un Terzo posto, ancora di Belloni, che fa però un passo indietro rispetto al passato.
Sembra che nel nostro paese vi sia un grande talento nell’organizzare spettacoli e congressi, ma manchi la materia prima, ossia dei prestigiatori in grado di confrontarsi con i migliori artisti mondiali. Perché?... manca forse la scuola, l’innovazione o la fantasia?
Non sappiamo dare una risposta, è certo che sarebbe opportuno dedicare maggiore attenzione alla crescita dei giovani artisti, con un lavoro comune al quale contribuiscano tutti coloro che hanno le necessarie competenze, ma questo spirito di squadra è piuttosto latitante nel nostro ambiente, spesso inutili e miopi rivalità castrano iniziative di questo tipo e temiamo che in futuro, nelle occasioni più importanti, dovremo ancora assistere ai successi di prestigiatori stranieri.



Autore: Club Arte Magica
24/07/2012

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia