Home
 
PREMIO BAI
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 509 utenti

NEL RICORDO DI PAOLO MORELLI

Paolo Morelli è stato un prestigiatore professionista che ha avuto una vita piuttosto movimentata e piena di alti e bassi. Separatosi dalla moglie e dalla sua famiglia intorno alla fine degli anni ottanta, lasciò la toscana e venne a Milano.
Morelli amava questa città perché la riteneva un luogo pieno di opportunità. Lavorò nei migliori locali notturni di Milano, allora il prestigiatore era ancora l’attrazione più richiesta dei night club. Nel contempo iniziò a frequentare il Club Arte Magica.
Fu proprio nella sede del nostro club che lo conobbi, e il primo approccio non fu incoraggiante: Morelli stava facendo vedere uno dei suoi personalissimi giochi a un paio di amici, e quando mi avvicinai per vedere, mi guardò con aria seccata e, senza proferire parola, mi fece capire che sarebbe stato meglio se mi fossi allontanato. Morelli era gelosissimo dei suoi trucchi, perché quasi sempre lui ne era l’autore, sia nel closeup sia nella scena, custodiva i suoi segreti in modo maniacale. Nei teatri non sempre sono disponibili dei camerini, molto spesso ci si trova in spazi comuni con qualche tavolo dove poter appoggiare gli oggetti; questa situazione infastidiva non poco Paolo Morelli, che decise di auto-costruirsi un paravento che potesse isolarlo da occhi indiscreti, infatti, anche i gimmick (trucchi) che usava nel suo numero da scena erano realizzati da lui.
Purtroppo, Paolo Morelli aveva un gande difetto: il suo carattere coriaceo, piuttosto polemico e il suo modo di esternare alle persone il suo personale giudizio senza troppo preoccuparsi della sensibilità altrui.
Sentirsi dire da Paolo Morelli “quello che fai in magia è penoso!” non era affatto raro, Paolo non sopportava la mediocrità, aveva scarsissima pazienza con chi era alle prime armi, ma era altrettanto duro anche con colleghi maghi già esperti, il suo approccio era a volte brutale. Questo suo atteggiamento gli procurò non poche inimicizie. Ma chi lo conosceva a fondo e aveva la pazienza e la tolleranza di non dar troppo conto alle sue parole in certi momenti, iniziava poco a poco a scoprire in lui la sua immensa passione e l’enorme amore che aveva per la magia, nonché la sua impareggiabile tecnica e inventiva, finendo per amarlo e rispettarlo.
Quando mi capitava di organizzare delle serate tra maghi a casa mia, non mancavo mai di invitarlo, lui era davvero il “sale” della serata. Parlavamo e facevamo magia per ore e ore fino a tarda notte e la compagnia di Paolo riempiva la serata.

Quando scomparve, lasciò un grande vuoto per me e per molti altri suoi amici, ci spiace che della sua grande conoscenza, delle sue esclusive invenzioni, non vi sia traccia scritta salvo qualche nota di conferenza che non rende giustizia all’enorme lavoro che realizzò Paolo Morelli.

Chi volesse vedere il video del numero da scena di Paolo Morelli può andare in questa pagina:

VIDEO DI PAOLO MORELLI


Puglielli Arduino




Autore: Arduino Puglielli
07/03/2016

Condividi su Facebook  

 

Commenti a questo articolo


Data: 07/12/2018
Autore: 999_Fran
Commento:
Mi chiamo Franco lo Faro
Sono stato direttore di Crociera sulle navi Costa e ho conosciuto Paolo. Io mi sono esibito molto sulle navi in qualità di prestigiatore e Morelli e stato il mio maestro. A me , al contrario di tutto ha insegnato quasi tutto quello che sapeva , siamo stati veramente amici e mi ha rattristito molto quando ho saputo che era passato ad altra vita.
Paolo e stato un grande anche quando siamo stati al magic castle di hollywood e lui si è esibito di fronte ai miglior maghi d’america nella sala close up.
Sono stato il suo testimone della notte più bella della sua vita. Questo lo aveva affermato davanti a Day Vernon e Phil goldeatain i quali sono rimasti di stucco con i suoi trucchi .
Quella notte e stato un gigante.
Ciao Paolo
Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia