Home
 
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 271 utenti

QUANDO LA MAGGIA È CLASSE!

"Piacere… io songo Rocco Silano". Non mi ha meravigliato l’auto-presentazione di Rocco Silano nello spot propagandato da Master of Magic per quello che un tempo era il congresso di Saint Vincent (vedi youtube).
Avevo assistito molti anni addietro a una sua conferenza qui a Milano, nella quale quest’artista, convinto di parlare italiano, in realtà si esprimeva in dialetto stretto, difficile da capire per un milanese, ma non per me che ho origini meridionali. In America affascinava il pubblico e si diceva che avesse “classe”, ma quest’idea sfumò nella mia mente quando durante la conferenza, per spiegare ai presenti che una mossa di un gioco doveva fare uso del dito medio, Rocco mostrò il dito medio ai presenti come usa fare negli USA per altri scopi e disse: “voi dovete usare stu dito, chistu cà”. Bè nonostante la sua manipolazione di rose, il suo personaggio quando si esprimeva in un italiano inconsapevole, non era certo la massima espressione di finezza e classe. Il paragone con il personaggio dell’anti-mago Oronzo è fin troppo facile, solo che Oronzo recitava la sua parte. Speriamo che il gusto e lo spirito delle sue battute, ai tempi molto lontane dallo spirito di Lord Brummell, siano cambiate o, quanto meno, “interpretate” in questa nuova occasione.
Altra sorpresa del congresso Master of Magic è il mago Dynamo, definito come “il fenomeno più amato della tv”, forse il mio televisore lo amerà, proverò a chiederglielo, ma gran parte del popolo dei maghi non credo proprio; alcune osservazioni sul modo in cui è diventato una star televisiva, sono state oggetto di molte critiche da parte di svariati maghi.
In ogni caso, il congresso di Saint Vincent, alias Master of Magic, ci riserverà molte sorprese, e vale davvero la pena di “vedè sta maggia” come direbbe Rocco Silano.



Autore: Arduino
12/03/2013

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia