Home
 
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 406 utenti

LA GRANDE MAGIA THE ILLUSIONIST

Peccato, la trasmissione di magia in onda in prima serata è giunta all’ultima puntata. Anche se qualcuno dirà che si poteva fare meglio, noi sappiamo che la perfezione non è di questa terra, essere tornati a vedere in prima serata la classica magia, quella che noi tutti amiamo, è qualcosa che non può che farci piacere.

Si è vero, qualcuno ha commesso qualche errorino, ma se il pur bravissimo presentatore è inciampato in un congiuntivo, si può perdonare anche chi nel dialogo non si è dimostrato figlio di Dante e chi è incespicato in qualche manipolazione.

Meno comprensione merita l’operato della regia, che anche in questa occasione preferiva gli stupori ebeti di Ed Alonso agli effetti dei maghi e che faceva presentare un numero con un bullone d’ottone, davanti a uno sfondo che avrebbe potuto renderlo del tutto invisibile mimetizzandolo completamente durate l’effetto finale.

A parte queste perdonabili pecche, la trasmissione ci ha regalato anche momenti davvero divertenti e magici, finalmente abbiamo visto il tanto osannato Max Maven! .. Non vi scaldate, è chiaro che voi lo conoscevate già molto bene, ma immaginate lo spettatore “babbano” che lo ha sentito osannare come “grande mentalista” per diverse puntate senza mai vederlo in azione. Nell’ultima puntata anche lui ha avuto il suo spazio. Peraltro, Maven ha eseguito magistralmente un effetto davvero sorprendente.

Se vogliamo essere pignoli, in questi appuntamenti è forse mancato proprio il numero clou, il momento magico culminate, quello che fa la differenza, ma va bene così, in futuro si potrà fare meglio, l’importante è aver riportato la magia all’attenzione del pubblico, come vera arte e non come strumento per ciarlatani.

Per concludere, è doveroso complimentarci con tutti i giovani maghi italiani che si sono alternati sul palco, sperando di vederli ancora in TV molto presto.



Autore: Club Arte Magica
08/02/2013

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia