Home
 
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 454 utenti

LA GRANDE MAGIA IN TV

Torna in TV la Magia, questa volta senza il marchio "Master of Magic", ma sotto l'egida del presentatore Teo Mammuccari, che iniziò la sua carriera artistica proprio come prestigiatore.
Si tratta di un concorso che porterà i vincitori sui palcoscenici di Las Vegas, il tempio dell'intrattenimento mondiale.
A giudicare i numerosi artisti in concorso è una giuria eccezionale, formata da illustri nomi della magia internazionale: Uri Geller, Franz Harary, Ed Alonzo, Max Maven e Topas.
La trasmissione va in onda in prima serata su canale 5 (giovedì o venerdì).

Nel concorso si è visto un po' di tutto, ottimi maghi, altri meno bravi e altri ancora scarsi davvero.
Alcuni di questi sono stati promossi a pieni voti, altri sono passati per pochi voti (almeno 3 su 5) e altri ancora sono stati brutalmente bocciati con voto unanime della giuria. Purtroppo, tra questi ultimi abbiamo notato un nostro ex socio (ex perché da tempo non rinnova l'iscrizione al nostro club). Non entriamo nel merito dell'esibizione ma ci è spiaciuto che questo concorrente sia stato anche pubblicamente biasimato dal presentatore, perché ha reagito malissimo al voto unanimemente negativo della giuria, con degli sfotto' poco eleganti e anche poco intelligenti, tanto da far sbottare Teo Mammuccari con la frase: "Devo dire che la tua risposta alla giuria non mi è piaciuta per niente".

Questa vicenda è sintomatica della situazione che vivono molti giovani maghi d'oggi, l'aver trovato dei consensi da parte di un pubblico spesso compiacente li ha convinti di essere già dei grandi artisti, e di non dover imparare più nulla. Il mago in questione, intervistato dietro le quinte, ha persino affermato che "i giurati (nessuno escluso) non avevano capito la sua storia". In altre parole la giuria non era all'altezza di giudicare la sua performance… Stiamo parlando di Max Maven, Topas, Uri Geller, Franz Harary, Ed Alonzo! Pensate che il solo Max Maven è stato consulente magico per artisti come David Copperfield , Penn & Teller , Siegfried & Roy , e Doug Henning... Ma non è riuscito a capire questo sfortunato concorrente... Ma per piacere!
Questa è pura presunzione condita da tanta arroganza, questi maghi convinti di essere già perfetti, si prendono il lusso di snobbare eventi come il workshop da noi organizzato con il grande Vito Lupo, dal quale avrebbero potuto avere suggerimenti e consigli preziosi, e s'illudono che l'applauso di un pubblico ben disposto sia la testimonianza della loro indiscussa bravura, per poi crollare miseramente di fronte ad appuntamenti come questi.
E' vero che alcune volte la giuria è stata più o meno di manica larga, ma in questo caso le bocciature erano 5 su 5, questa unanimità di giudizio dovrebbe far riflettere e cercare di capire dove si è sbagliato, ma confrontarsi lealmente con questa realtà è per alcuni troppo difficile, significherebbe far crollare quel castello di carte dove risiedono tutte le loro presunte qualità. Allora è più facile dichiarare che chi ha giudicato è un incompetente e andare avanti così. Questa però non è certo la strada che li porterà verso il vero successo.

La prossima puntata: giovedì 24 gennaio



Autore: Club Arte Magica
18/01/2013

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia