Home
 
Home
Prima Pagina
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Articoli
Chi Siamo
Dove Siamo
Scuola di Magia
Artisti del Clam
Job Posting
 Giochi Spiegati
 Gallerie
Recensioni
Libreria del Clam
Accesso - Login
Il Tuo Profilo
Unisciti a noi
Soci Onorari
Consiglio
Sondaggi
Statuto
Mailing List
NEGOZIO
Contattaci
Link
Scollegati
Credits
Informativa GDPR
CookiesPolicy

Aggiungi ai Preferiti



Benvenuto
- Ospite -
In questo momento sono in linea 469 utenti

I MAGHI PART-TIME DELL'ORATORIO

Molti giovani hanno vissuto la loro infanzia negli oratori italiani, alcuni di questi sono ben attrezzati con teatri, e sale adatte a fare spettacoli di magia, infatti, non è raro assistere a spettacoli di magia negli oratori italiani. Molti maghi divenuti poi professionisti affermati hanno fatto anche esperienza nei teatri degli oratori, ma molti altri si sono fermati molto prima e hanno deciso di fare magia per diletto preferendo non mollare un lavoro sicuro, magari statale. Una sorta di maghi part-time rimasti fedeli all'oratorio.
Finchè questi appassionati organizzano spettacoli di beneficenza e di semplice diletto con fini no-profit nulla di male, anzi, ben vengano, anche se a volte le esibizioni sono spesso di livello molto elementare.
Il problema nasce quando costoro si presentano sul mercato professionale, in netta concorrenza con i veri professionisti. Sappiamo bene che il pubblico bene o male applaude sempre il mago di turno, l'importante è capire quando l'applauso è di pietà e quando no. A molti dilettanti basta solo sentire il battito di mani per convincersi di essere dei grandi maghi, in questo modo si sopravvalutano a tal punto che si sentono in grado di misurarsi con veri professionisti.
Il problema serio è che oltre ad una esibizione mediocre, queste persone si propongono sul mercato con richieste di compenso miserevoli, perché loro un reddito lo hanno già e l'ingaggio magico è un di più. I maghi dilettanti fanno magia soprattutto per diletto personale, il compenso non è vitale per loro e per di più è quasi sempre incassato in nero. Questo crea una vera concorrenza sleale nei confronti del professionista serio e onesto, che con il suo mestiere deve guadagnarsi da vivere e mantenere una famiglia.
Un professionista paga le tasse, emette fattura, per esempio, su un compenso di 250 euro al netto di tasse, contributi e balzelli vari, a mala pena mette in tasca meno della metà. Il dilettante senza troppi scrupoli, facendosi pagare in nero abbassa notevolmente il compenso perché sa che su quella cifra non pagherà un euro di tasse o contributi.
Il risultato crea effetti devastanti per il mercato della magia e dei maghi: il committente s'illuderà che la magia costa poco, e l'esibizione mediocre lascerà in lui e nel suo pubblico una immagine negativa, molto spesso non chiamerà più dei maghi per intrattenimento.
Il professionista si vede sottrarre lavoro in una maniera per lui impossibile da contrastare, pena il dover lavorare per un piatto di lenticchie. Insomma, un danno all'arte della magia e ai professionisti seri e onesti.
Ma non basta, alcuni di questi dilettanti si montano la testa a tal punto da credersi dei veri artisti, creano dei circoli tra di loro, dove si lodano a vicenda e si auto-convincono di essere persino in grado di dare consigli e suggerimenti ai poveri ed ingenui malcapitati che vogliono imparare a diventare dei maghi, ma il livello magico-culturale di questi circoli fa ricordare un insegnate che aveva pubblicato un annuncio su una bacheca nel quale era scritto: "Si impartiscono lezioni private di italiano anche ad alunni delle squole medie" (!) Immaginate la qualità dell'insegnamento della lingua italiana da parte di chi scrive squola con la "q".
Forse tutto questo è una delle principali componenti che determina il bassissimo livello artistico-magico che soffre da tempo l'Italia.



Autore: Arduino Puglielli
06/01/2013

Condividi su Facebook  

 

Non ci sono commenti per questo articolo


Commenta questo articolo
Commento:
Scrivi il tuo commento nel riquadro e premi il bottone "INVIA"

I commenti con contenuti offensivi o indecenti saranno cancellati dall'amministratore
 

 

[ Torna agli Articoli ]


 

Club Arte Magica - Milano - Via Genova Giovanni Thaon di Revel, 21
[ Contatti ]

 

Il sito del Clam è stato realizzato in collaborazione
con Magiclandia